Corso in Psicologia Giuridica

Corso in Psicologia Giuridica:
il processo della riparazione tra vittima e autore del reato

Il valore della Giustizia Riparativa

Con il patrocinio di:

 

 

31 maggio 2019 – 17 giugno 2019 – 27 giugno 2019
dalle 14.00 alle 17.30
presso: Centro Berne, piazza Vesuvio 19, Milano

 


Il tema della “Giustizia Riparativa” continua a essere profondamente attuale portando con sé una nuova prospettiva rispetto alla dialettica Colpa-Perdono e vittima-reo. Di fronte alle frequenti recidive si deve riconoscere la scarsa efficacia della pena tradizionale e la necessità di una cultura più attenta al valore dei diritti della persona. In questo contesto è più che mai importante fermarsi a riflettere sulle radici culturali- filosofiche, giuridiche e psicologiche – della giustizia riparativa, come anche sulle prospettive di ciò che già si fa in questo campo e di ciò che è possibile fare a tutela della vittima senza dimenticare la dignità che la persona continua ad avere anche se ha commesso il reato.

Questo Corso intende rispondere a quest’esigenza.

Elvio Fassone (già Magistrato e Senatore della Repubblica) ha scritto per questo Corso un pezzo sull’essenza della Giustizia Riparativa di cui riportiamo alcune frasi: “Nel parlare di colpa e di perdono è necessario tenere distinti il piano delle relazioni individuali (il rapporto tra l’offensore e la vittima) dal piano istituzionale (il rapporto tra l’autore di un delitto e la comunità di appartenenza). Nel primo campo, squisitamente morale, viene in risalto la sollecitazione al perdono; nel secondo prevale l’esigenza di ripristinare i valori e le regole offesi dal delitto, attraverso una risposta sanzionatoria. Nella varietà dei reati previsti dalla legislazione penale moderna, solo in una minoranza esiste una vittima individuale, in tutti gli altri essendo offesa la collettività organizzata o l’istituzione. E’ perciò diversa la riparazione praticabile nelle due situazioni”.

A chi ci rivolgiamo

Alle figure professionali che operano, a diverso titolo, nel campo della giustizia: avvocati, psichiatri, psicologi, educatori, assistenti sociali.

Metodologia

Gli incontri avranno una parte teorica e una di lavoro in sottogruppi, dedicata alla elaborazione delle tematiche psicologiche e giuridiche su cui si fonda la Giustizia Riparativa.

Docenti

dott.ssa A. Brambilla, dott.ssa S. Polin, dott. F. Ricardi, dott.ssa A. Zanuso (psicoterapeuti del Centro Berne); dott. E. Fassone (già magistrato); prof.ssa C. Perini (professoressa Diritto Penale Univ. Insubria); Ispett. di Polizia Penitenziaria M. Visentini.

Presentazione dei docenti
  • Dott.ssa A. Brambilla: psicologa, psicoterapeuta, formatrice e docente in psicologia clinica, socia del Centro Berne. Formata alla Core Process Psychotherapy, insegnante di MBSR, si occupa di Mindfulness applicata alla clinica.

  • Dott. E. Fassone: già magistrato e senatore della Repubblica. Autore di pubblicazioni in materia di diritto processual-penale, penitenziario e costituzionale.

  • Prof.ssa C. Perini: Professore associato di Diritto penale, Università degli Studi dell’Insubria, Dipartimento di Diritto, Economia e Culture. Dal 2007 è componente del Centro di diritto svizzero dell’Università degli Studi dell’Insubria. Autrice di “La mediazione dei conflitti nella società del rischio, in Mannozzi G. (a cura di), Mediazione e diritto penale. Dalla punizione del reo alla composizione con la vittima” (Ed. Giuffrè).

  • Dott.ssa S. Polin: psicologa, psicodiagnosta, psicoterapeuta del Centro Berne e formatrice. Esperta in psicologia forense in ambito civile. Terapeuta EMDR per l’elaborazione delle esperienze traumatiche.

  • Dott. F. Ricardi: psicologo, psicoterapeuta, formatore e docente in psicologia clinica, socio del Centro Berne. Ha pubblicato: “L’Analisi Transazionale: il sé e l’altro” (Ed. Xenia); ”L’esperienza del tempo” (Mimesis,1919) e articoli su riviste: “Il mito della ripetizione” (Costellazioni,1998,n.1); “Linguaggio e cambiamento” (Costellazioni, 1999,n.2). “Il setting in psicoterapia”; ”L’analisi del gioco tra Bateson e Berne”; “Il fascino indiscreto del sentimento”; “Psicoterapia e teatro: un’esperienza”; “Il puzzle degli stati dell’Io”; “Progetto e copione”; (tutti pubblicati nella rivista Neopsiche).

  • Ispett. di Polizia Penitenziaria M. Visentini: ha lavorato per il Ministero di Giustizia come membro della Polizia Penitenziaria. Dal 1995 ha lavorato all’Istituto della Casa di Reclusione di Milano Opera. Ha partecipato all’apertura del primo istituto ICAM (Istituto a Custodia Attenuata per Detenute Madri). Nel 2015 ha fatto parte del gruppo di di EXPO, nel quale sono stati impiegati 100 detenuti del territorio lombardo.

  • Dott.ssa A. Zanuso: psicologa, psicoterapeuta, formatrice, docente clinica, trainer e supervisor counselor, socia del Centro Berne. Ha pubblicato La nostra parte nascosta: l’Ombra (Ed. Baldini Castoldi Dalai);In debito e in credito col mondo e con la vita (Ed. Baldini Castoldi Dalai).

Comitato Scientifico

dott.ssa A. Brambilla; dott.ssa S. Polin; dott. F. Ricardi; avv. A. Silvestri; dott.ssa A. Zanuso.

Tutoring

ispettrice di Polizia Penitenziaria M. Visentini

Crediti Formativi e ECM

Il corso è stato accreditato dall’Ordine degli Avvocati di Milano con attribuzione di 6 CREDITI FORMATIVI.

Per gli Assistenti Sociali sono riconosciuti 10 CREDITI FORMATIVI accreditati dall’Ordine Assistenti Sociali Lombardia.

Questo Corso ha ricevuto anche l’accreditamento ECM per psicologi e psicoterapeuti con 13 CREDITI ECM.

I crediti formativi verranno rilasciati per la partecipazione ad almeno l’80% del Corso, mentre i crediti ECM per il 90% e con il superamento di almeno il 75% delle domande del questionario di apprendimento finale.

Programma del Corso

1° Giornata – venerdì 31 Maggio 2019, 14,00-17,30:
“Come si diventa offensori”

  • Colpa e perdono. (Dott. E. Fassone, già magistrato).

  • Approfondimento psicologico: non si nasce “offensori”, lo si diventa, o meglio, lo diventa una parte della personalità, quella che si esprime nelle azioni che la società condanna. Ma la persona non si esaurisce nel gesto compiuto. La psiche umana è complessa e si costruisce attraverso le relazioni che influenzano la crescita dell’individuo. La disfunzionalità dell’ambiente familiare e sociale o addirittura la pericolosità degli stessi plasmano mente e cuore delle persone. La stessa plasticità che ci rende modellabili nel “male”, può permettere il recupero delle parti buone e sane. Su questo conta la Giustizia Riparativa (Dott.ssa A. Brambilla, Centro Berne).

2° Giornata – lunedì 17 Giugno 2019, 14,00-17,30:
“La vittima nella giustizia riparativa”

  • La giustizia riparativa nel pensiero giuridico attuale. (Prof.ssa C. Perini, Univ. Insubria).

  • Approfondimento psicologico: là dove c’è reato, c’è una vittima. La giustizia riparativa si occupa della vittima, nella prospettiva che il trauma dell’offesa possa essere in qualche modo riparato. La prospettiva in cui occorre muoversi, di fronte alla perdita che è inevitabilmente connessa all’offesa subita, è quella dell’elaborazione del lutto. Chi lavora nel campo della giustizia riparativa deve intervenire in questa direzione (Dott. F. Ricardi, Centro Berne).

3° Giornata – giovedì 27 giugno 2019, 14,00-17,30:
“La relazione personale e professionale nel processo della riparazione”

  • Che cosa è già possibile fare nella direzione della riparazione? (Ispett. di Polizia Penitenziaria M. Visentini).

  • Approfondimento psicologico: quali sono le difficoltà delle figure professionali rispetto alla gestione dei propri umani sentimenti all’interno del processo di costruzione relazionale richiesto dalla situazione stessa. Cosa accade a livello psichico nel cuore e nell’animo del “riparatore”? Quanto gli è possibile mantenere la giusta distanza dalla problematica portata dal reo e dalla vittima? (Dott.ssa A. Zanuso e Dott.ssa S. Polin, Centro Berne).

Costi
  • € 300,00 per iscrizioni pervenute dopo il 30 aprile 2019
  • € 270,00 per iscrizioni pervenute entro il 30 aprile 2019 (10% di sconto)
  • € 210,00 per chi è iscritto all’ Albo professionale da non più di tre anni o abbia una pratica professionale da non più di tre anni (è necessario inviare documentazione d iscrizione all’Ordine o di apertura della partita Iva) (30% di sconto).

Gli sconti non sono cumulabili.

Modalità d’iscrizione

In questa pagina, nel menù a sinistra, si può visionare il programma dettagliato del Corso e scaricare il modulo d’iscrizione.

Per informazioni contattare la segreteria del Centro Berne, berne@berne.it, tel. 02/4987357, dal lunedì al venerdì dalle 14,30 alle 18,30.

Termine per l’iscrizione e per il versamento della quota

Entro il 20 maggio 2019


Centro Berne – Scuola di formazione S.r.l.

Unica sede in Piazza Vesuvio 19 – 20144 Milano
tel. 02.4987357
fax 02.48003643
berne@berne.it
cod. fiscale 05830730965
Part. IVA 05830730965
Orario di segreteria: lun-ven dalle 14,30 alle 18,30